BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AL QAIDA/ Soft targets, ecco la nuova strategia del terrore

Pubblicazione:martedì 8 settembre 2009

Soft Targets: così sono stati definiti i nuovi obiettivi terroristici di Al Qaida. Il centro studi di intelligence internazionale Stratfor, ha sintetizzato la nuova strategia del terrore: obiettivi locali, cellule meno addestrate, struttura più ramificata. Tutto questo va sommato ad una diminuzione dell’impiego di denaro grazie a progetti terroristici di minor impatto globale. La pericolosità non è diminuita: le vittime sono sei volte superiori a quelle degli anni passati e gli alberghi, luoghi per antonomasia frequentati da clientela occidentale e facilmente vulnerabili, sono stati attaccati un numero di volte doppio rispetto agli otto anni precedenti l’11 settembre 2001.

 

Il rapporto di Stratfor sottolinea inoltre che le cellule del terrore devono essere in grado di dimostrare le loro capacità, i loro risultati tattici ed il loro valore morale nonostante l’impatto mediatico ed ideologico di questi attacchi sia inferiore rispetto ad obiettivi militari o governativi.



© Riproduzione Riservata.