BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTERA DALLA TERRA SANTA/ Il racconto di Samar: "Il coraggio di Saiwa davanti al giudice"

Pubblicazione:

Nella foto scattata da Samar (l'unica che le è stata concessa di fare in carcere) vediamo Saiwa con le sue cinque figlie  Nella foto scattata da Samar (l'unica che le è stata concessa di fare in carcere) vediamo Saiwa con le sue cinque figlie

La donna non è mai stata visitata da nessuno in prigione, neppure dai suoi genitori: gli unici visitatori siamo noi della Casa di Lazzaro.

 

Una volta ho chiamato l’avvocato nominato per la sua difesa e gli ho chiesto se vi sarebbe stata pietà per Saiwa: la risposta è stata che non vi sarebbe stata nessuna pietà per una donna simile. Gli dissi: «Pietà almeno per le figlie» e la risposta fu «Neppure le sue figlie devono conoscerla».

 

Il direttore della prigione è stato sempre molto accogliente durante le nostre visite alla prigione, ma anche lui ha parlato allo stesso modo: «Meglio non creare speranze in una situazione dove non c’è nessuna speranza». Mi ha detto anche che mi consigliava di non continuare a portare le bambine con me durante le visite alla madre, ma di tenerle lontano. Su Saiwa incombe la vendetta della famiglia e di tutta la tribù del marito, così tutti sono convinti che lei morirà comunque.

 

Il prossimo 10 gennaio andremo ancora in tribunale per assistere all’udienza di Saiwa. È normale che ci siano molte aggressioni e in tribunale ci saranno tutti i parenti del marito, mentre lei sarà sola. Quando vede me e Padre Roberto - un prete che viene con me e altri amici alla prigione - lei sorride. Noi veniamo normalmente presentati come la famiglia di Saiwa. Questo le dà la speranza che c’è qualcuno che le vuol bene per quello che lei è; lei ha capito completamente la sua miseria e difende i propri diritti nella speranza di tornare libera e di riunirsi alle proprie figlie, che stanno vivendo e aspettando perché lei torni da loro.

 

(da una lettera di Samar Sahhar)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
11/01/2010 - Coraggio! (claudia mazzola)

Quanto forti sono le mamme. La mia è eccezionale quando mi dice "Sono stata a messa, ecco, ho fatto tutto!". Auguro alle figlie di Saiwa una Madre da ascoltare e da toccare.