BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

HAITI/ Avsi già pronta a far fronte all'emergenze terremoto. Ecco come aiutarla

Mai un terremoto di tale portata aveva devastato Haiti, anche se per ora è impossibile valutarne appieno le conseguenze. Avsi è già pronta a dare il suo contributo

fiammetta_cappellini_R375.jpg(Foto)

HAITI - Una catastrofe. Mai un terremoto di tale portata aveva devastato Haiti, anche se per ora è impossibile valutare appieno le conseguenze del sisma che ieri sera, martedì 12 gennaio 2010, le 16.53 ora locale, quasi le 23 in Italia, ha colpito l’isola di Haiti e in particolare la capitale, Port-au-Prince, dove Avsi lavora dal 1999 con tanti progetti e attività.

Si teme che i morti siano centinaia e centinaia. L’ennesima catastrofe che ha nuovamente messo in ginocchio la popolazione, quella sopravvissuta, già stremata dalla povertà.

Una buona notizia è che tutti i 6 espatriati di Avsi (5 italiani e 1 francese) sono fortunatamente vivi. Difficile anche avere notizie in breve tempo di tutte le famiglie che Avsi sostiene in Haiti attraverso i vari progetti, come il sostegno a distanza.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO