BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AVATAR/ Vietato in Cina Avatar, uscito al cinema nel paese asiatico da soli 8 giorni: "colpa" di Confucio

Pubblicazione:martedì 19 gennaio 2010

avatarR375.jpg (Foto)

 

Ma sembra ci sia un altro motivo nel divieto della Cina di proiettare Avatar. Infatti prossimamente il governo ha previsto la distribuzione e la proiezione nelle sale del film “Confucio”. Che, manco a dirlo, è la versione politicamente controllata della vita del “filosofo” cinese. Il quale difficilmente avrebbe peraltro apprezzato una censura per essere ascoltato dal popolo, ma tant’è. Ci si chiederà se nella patria dei più famosi hacker, gli autori di Megavideo, un divieto come quello imposto ad Avatar sortirà qualche effetto concreto. O almeno se il kolossal Confucio, basato su una sceneggiatura politicamente corretta nei confronti del regime comunista, potrà tenere testa al fascino del gioiellino occidentale e indipendente. Il quale (ironia della sorte) d’altro canto appoggia tesi tanto care alla sinistra radical chic del cosiddetto mondo libero. La battaglia dei giganti cinematografici ha inizio. Buona visione (a chi può vederlo).



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.