BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

LA STORIA/ Renald, 10 anni e un albero piantato: così rinasce Haiti

Haiti_Avsi_ortiR400.jpg(Foto)


“Parallelamente ai programmi agricoli e di sicurezza alimentare – spiega Alberto Piatti – al sud di Haiti siamo impegnati anche nella riforestazione “sociale” con la produzione di circa 650.000 nuove piante, coinvolgendo 2.700 contadini. Inoltre, portiamo avanti attività di educazione ambientale in 111 scuole con 300 insegnanti, 6.000 studenti”.

Intanto sono stati costruiti 18 km di strutture lineari di difesa antierosiva, come muri a secco, siepi e canali che aiutano a combattere la forte erosione e riabilitato due acquedotti di 22 km per il consumo umano a beneficio di circa 20.000 persone. Una delle più importanti “lezioni apprese – come racconta Petit Homme Renald, 10 anni, alunno del liceo Francois Dominique di Ferme Le Blanc – è che ho imparato a piantare gli alberi e a come seguirli durante la crescita”.  L’agronoma Edna Lamercie, 28 anni di Les Cayes, non ha dubbi: “il fenomeno di erosione e di impoverimento dei nostri suoli espongono sempre più la popolazione a condizioni di rischio e di indigenza”.

Questi interventi, anche se a volte per i paesi occidentali possono sembrare molto semplici, hanno un impatto estremamente positivo, permettendo a nuclei famigliari vulnerabili, che spesso non dispongono di grosse superfici di terra da coltivare, di specializzarsi in colture intensive ad alto valore economico (come pomodori, peperoni, melanzane...), e di integrare la dieta con proteine nobili derivati dall’allevamento di conigli e galline ovaiole.

“Per promuovere l’iniziativa imprenditoriale, - spiega Brice - si stanno realizzando formazioni sulla trasformazione dei prodotti agricoli con lo scopo di aumentare il valore di alcune produzioni che durante l’anno presentano dei picchi che subiscono una diminuzione del prezzo di vendita a causa dell’abbondanza dell’offerta”. Mentre a Port-au-Prince AVSI è impegnata nella ricostruzione con ambulatori, centri educativi e orti urbani, nel contesto rurale del sud sembra stia sbocciando un nuovo modello di sviluppo, che valorizza l’uomo e l’ambiente.


PER INFO: http://www.avsi.org/Dinamico/main/PubblicazioniDettaglio.asp?ID=244
 

© Riproduzione Riservata.