BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL PADRE DI OBAMA/ Un libro, “The Obamas” propone la tesi che il padre del presidente degli Stati Uniti sia stato ucciso

obamasr_R400.jpg (Foto)



In uno di questi incidenti d’auto perde l’uso delle gambe e in un altro ancora, quello mortale, la vita. Ha solo 46 anni quando muore. Sicuramente Obama Sr. si era fatto diversi nemici nel clima poco pulito della politica kenyana. Quando beveva (era stato soprannominato Mr. Doouble Double per la sua abitudine di ordinare whiskey doppi) criticava apertamente la corruzione del sistema politico kenyano. Le sue idee di ispirazione socialista non lo aiutarono in questo.

La tesi dell’omicidio, per un uomo ormai caduto in disgrazia da molti anni, sembra eccessiva, a meno che l’uomo non fosse stato a conoscenza di segreti scomodi. Caroline Elkins, dell’università di Harvard, si dice scettica rispetto alla tesi dell’omicidio del padre di Obama. “Capisco e apprezzo il desiderio di alcuni di loro di rivendicare la reputazione e la dignità di quest’uomo, ma le teorie alternative mi trovano molto scettica. Comprensibilmente, alcuni di loro hanno interesse a dipingere il padre di Obama come un eroe, come una figura di profilo più alto rispetto a quello che fu”.

PADE E FIGLIO – Nel suo libro di memorie, “Dreams from My Father: A Story of Race and Inheritance”, il presidente degli Stati Uniti ha rivolto parecchi pensieri al padre che praticamente non conobbe mai. In una di queste riflessioni, Obama Jr. dice: “Al tempo della sua morte, mio padre era per me un mito, più che un uomo in carne e ossa”. In un altro passaggio, dice. “Mio padre aveva lasciato il paradiso (le Hawaii, ndr) e nulla di quanto mia madre o i nonni mi dicevano poteva ovviare quell’unico, innegabile fatto”.

Dopo la morte del padre, il giovane Obama si reca in Kenya. Del suo primo viaggio in Africa, dice: “Mi sedevo a lungo tra la tomba di mio padre e di mio nonno e piangevo. Vedevo che la mia vita in America, la vita da uomo di colore, la vita da uomo bianco, il senso di abbandono che avevo provato da piccolo, la frustrazione e la speranza che avevo visto a Chicago, tutto ciò si connetteva con questo piccole pezzo di terra lontano un oceano da casa mia”.

© Riproduzione Riservata.