BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

INDIA/ Fides: ancora violenze contro i cristiani, accusati di “conversioni forzate”

L’agenzia Fides denuncia gli ennesimi episodi di violenza, in India, contro i cristiani.

chiesa_maronita_moscheaR400.jpg(Foto)

L’agenzia Fides denuncia gli ennesimi episodi di violenza, in India, contro i cristiani.


Ancora episodi di estrema violenza – in India - nei confronti dei cristiani. Gruppi di estremisti Indù hanno accusato dei critiani che operano nel sociale, ma anche dei buddisti, di «conversioni forzate e fraudolente». L’agenzia Fides rivela alcuni casi recentemente capitati negli stati di Karnataka, Jammu e nel Kashmir. Un insegnante di di Bengaluru, in Karantaka, è stato brutalmente pestato con l’accusa di fare proselitismi tra gli alunni e ora si trova in ospedale. Il 20 ottobre, invece, vittima della ferocia anticristiana è stato il pastore protestante Andrew Mallappa Hanumanthappa. Sei uomini, nel villaggio di Bellakatte, ancora nello stato del Karnataka lo hanno pestato per strada e hanno dato fuoco alla sala liturgica della comunità.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO