BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

J'ACCUSE/ Sbai: c'è un pericolo islamico dall'Uk che minaccia anche l'Italia

Pubblicazione:

LutferRahmanR400.jpg

Logica vuole a questo punto che ci si debba domandare in che modo il Forum for Islamic Europe presenterà il conto del supporto elettorale a Rahman: quale sarà il prezzo da pagare? Quale sarà la moneta di scambio? D’altronde è stato lo stesso Rahman a rifutarsi di negare che il Labour Party fosse stato infiltrato, che un certo numero di consiglieri abbiano rapporti molto stretti con il FIE e che un membro di tale organizzazione lo avesse aiutato ad acquisire la leadership del Consiglio di Tower Hamlets.

Di certo vi è il fatto che sia ormai acclarata la capacità di infiltrarsi nelle istituzioni di un certo estremismo e la sua volontà di mettere in ginocchio l’Europa attraverso le sue stesse strutture democratiche. I musulmani moderati di Londra hanno cercato di denunciare la strategia del FIE e il suo crescente oltranzismo, ma, come al solito, si trovano a combattere spesso soli e poco supportati. Non mi sembra esagerato affermare che sia chiaramente in atto un attacco sovversivo ai danni non solo della Gran Bretagna ma di tutta l’Europa, compresa l’Italia.

L’esempio inglese d’altronde ci mostra palesemente la tattica legata a una tale strategia di infiltramento: nel Regno Unito sono state lentamente istituite le corti sharitiche, ad oggi circa 90 in tutto il Paese, legittimando di fatto un binario giurisprudenziale parallelo alla tradizione del diritto positivo europeo; sono state poi introdotte le banche islamiche per giungere infine alla presentazione di liste e/o candidati che, come Rahman, hanno dimostrato nella sostanza di farsi fiancheggiare da e di appoggiare a loro volta un pensiero che fa perno sui principi dell’intransigenza e dell’estremismo.

Si può ben comprendere allora come in Inghilterra si stia costituendo, nelle sue varie componenti giurisprudenziali, finanziarie, economiche, sociali e civili, un modello estraneo a quello che fino ad oggi è stato quello del Regno Unito.

Di tutto questo processo la politica e i partiti inglesi devono assumersi la responsabilità: in particolare il Labour Party ha candidato Rahman, il quale attraverso il partito, ha potuto presentarsi alla competizione, salvo poi scoprire gravissime irregolarità nella raccolta di preferenze, essendo stato votato anche da persone che non avrebbero avuto diritto a farlo.


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >