BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEETING CAIRO/ Farag (volontario): ha ridato una speranza a chi non aspetta più nulla

Pubblicazione:lunedì 1 novembre 2010

ilcairoR400(1).jpg (Foto)

Sì, ma non parliamo mai di religione.

 

Che cosa l’ha colpita del Meeting di Rimini?

 

Da anni desideravo vedere l’Europa di persona, e non soltanto in televisione. La mia idea era che in Europa tutto fosse permesso e che le persone passassero la loro vita a divertirsi. Ero quindi sicuro che i volontari del Meeting di Rimini fossero tutti ben pagati. Invece ho trovato dei giovani che lavoravano in modo armonioso l’uno con l’altro, senza nessun compenso. Era una macchina che funzionava in ogni suo minimo dettaglio. E ho quindi imparato molte più cose che compiendo un giro turistico.

 

Che cosa ha imparato?

 

Noi abbiamo sempre l’idea del lavoro come qualcosa di pesante e faticoso. Venendo a Rimini ho capito invece che cosa significhi realmente prestare un servizio da vero professionista e a farlo senza nessun compenso in cambio. Ho imparato inoltre che ci sono persone che mi possono aiutare e altre persone che devo aiutare. Per non parlare dell’importanza di essere puntuale, e del fatto che il lavoro che compio deve essere apprezzato da tutte le persone che si trovano intorno a me.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.