BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIARIO HAITI/ Fiammetta: il colera dilaga, i morti aumentano ma la gente si dimentica di noi

Pubblicazione:

haiti_tende_acqua_coleraR400.jpg

Domani ci occuperemo dell'acqua potabile per la comunita di Warf Jeremie, dove è necessario migliorare la disponibilità, qualità e quantità.

E tra poco ci sarà il problema anche dei cadaveri. I parenti, che temono il contagio, abbandonano i corpi alla clinica e poi lì non si sa che farne. Dovrebbero occuparsene msf-belgique.

L'équipe di Avsi sta supportando ora suor Marcella con i materiali a disposizione, poi vedremo. Intanto siamo anche impegnati con attività su acqua e sensibilizzazione, soprattutto per l'igiene, negli altri campi sfollati dove già lavoriamo nel quartiere di Cité Soleil. Speriamo però che il contagio non si estenda, perché non abbiamo mezzi a sufficienza.

Ad oggi, la situazione appare in tutta la sua drammaticità. Tra il weekend dei morti, le visite a parenti e conoscenti, le funzioni pubbliche e il ciclone con le inondazioni, il contagio si è esteso. La città e la cooperazione internazionale stamattina erano in preda al panico.
Non dimenticatevi di noi. Non dimenticatevi di Haiti.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
10/11/2010 - Vi pensiamo. (claudia mazzola)

Non è vero cara Fiammetta che vi dimentichiamo. Sabato sono stata alla riunione annuale di AVSI, tra le tende di Natale per noi volontari che raccogliamo fondi c'è anche Haiti, siete nei nostri cuori. Sai che ci sono tantissime emergenze nel mondo ed in Italia e come si fa a seguire tutto, solo a Dio nulla è impossibile. Coraggio sei grande!