BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

USA/ Condannato a morte 35 anni fa, si spegne aspettando l’esecuzione

Carcere_Luce_SbarreR375.jpg (Foto)

 

Chambers è stato quindi trasportato al Parkland Memorial Hospital di Dallas, dove è stato dichiarato morto. L’ufficio del medico legale della Contea di Dallas ha dichiarato che saranno necessarie tra sei e 12 settimane prima che le cause di morte di Chambers siano definitivamente accertate. Ma Leach ha dichiarato che Chambers aveva diversi problemi di salute, quando lo scorso anno è arrivato nel carcere della Contea di Dallas. Il detenuto aveva 19 anni quando lui e Clarence Ray Williams hanno rapito Mike McMahon e la sua ragazza dal parcheggio di un nightclub di Dallas, ordinando loro quindi di camminare fino in fondo all’argine del fiume Trinity, come affermato dalla Procura generale del Texas. I due uomini hanno rapinato i fidanzati e, dopo avere sparato loro, li ha abbandonati credendoli morti.

 

La ragazza però, Deia Sutton, è sopravvissuta e ha testimoniato che lei e il suo ragazzo erano entrambi vivi dopo essere stati colpiti una prima volta. Ma Chambers sarebbe quindi tornato sui suoi passi e avrebbe ucciso McMahon colpendolo ripetutamente sulla testa con il tamburo del fucile. Il 18 dicembre 1975, una giuria ha giudicato Chambers colpevole di omicidio e un giudice lo ha quindi imprigionato nel braccio della morte dello Stato del Texas. La Corte d’assise d’appello del Texas ha annullato per due volte la sua condanna. La prima in particolare perché a Chambers non erano stati letti i suoi diritti prima di essere interrogato da uno psichiatra. Ma entrambe le volte è stato riaccusato e nuovamente condannato.