BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LIBERTA’ RELIGIOSA/ Stati Uniti, pubblicato il rapporto sulla repressione religiosa

Pubblicato il rapporto del governo americano sulla repressione religiosa

libert%C3%A0religiosa_R400.jpg (Foto)

Il rapporto sulla Libertà religiosa internazione del dipartimento di stato americano rivela i paesi al mondo dove la professione di fede viene sistematicamente repressa.

Si comincia dalla Birmania, il moderno Myanmar, dove il regime militare “ignora ogni garanzia religiosa di libertà religiosa e riduce in modo sistematico i tentativi dei monaci buddisti di promuovere i diritti umani e le libertà politiche. Cristiani e buddisti non riescono a ottenere il permesso per costruire nuovi edifici religiosi mentre la minoranza islamica è soggetta a discriminazioni legali ed economiche”.

Cina: continua la repressione della comunità islamica nello Xinjiang dopo le sommosse del 2009. La repressione è sempre forte in Tibet. La novità positive è che alcuni giornali hanno cominciato a pubblicare articoli in cui si discute di libertà religiosa. Nella Corea del Nord continua la repressione: “E’ aumentata la repressione di ogni gruppo religioso non autorizzato. Circa 200mila persone sono detenute nei campi di rieducazione, molte delle quali per motivi religiosi”.