BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ASIA BIBI/ Bhatti: io, condannato per blasfemia, vi spiego cosa accadrà in Pakistan

Pubblicazione:venerdì 19 novembre 2010

nazirbhattiR400.jpg (Foto)

Nel 1998 abbiamo presentato una petizione scritta all’Alta Corte di Lahore con la richiesta di abrogare la legge sulla blasfemia, respinta però dall’ufficio giudiziario presieduto dal giudice capo dell’Alta Corte di Lahore. Comprendiamo che la maggioranza parlamentare musulmana non abrogherà mai la legge sulla blasfemia, né approverà norme per porre fine alle sue scorrette applicazioni. Ma confidiamo nel fatto che la Corte Suprema del Pakistan può formulare delle sentenze per fermare la persecuzione dei cristiani sotto questa legge.

 


Shahbaz Bhatti, il ministro cristiano per le Minoranze religiose, ha però promesso che la cambierà…

 

Shahbaz Bhatti non è un membro eletto del Parlamento, ma è stato scelto dal Pakistan Peoples Party (PPP) tra i seggi riservati alle minoranze nell’Assemblea nazionale pakistana. E’ dall’anno scorso che il ministro sta promettendo una revisione della legge sulla blasfemia, ma non ha mai mantenuto la parola data. Essendo stato scelto e imposto come ministro federale per le Minoranze dal PPP, parla a nome dei capi del suo partito e il PPP non presenterà mai nessuna proposta di legge per emendare o abrogare la legge sulla blasfemia.

 

Più in generale, com’è la situazione dei cristiani in Pakistan?

 

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO 

 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >