BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

DENVER/ Due gemelle si sparano a vicenda dopo un patto suicida

Candice e Kristin Hermeler, le due gemelle del patto suicidaCandice e Kristin Hermeler, le due gemelle del patto suicida



La gemella australiana sopravvissuta al patto suicida nel Colorado, appena è stata in grado di parlare, ha fatto quindi sapere agli agenti Usa che non intendeva dire loro perché avesse stretto il patto suicida. Le ragazze, originarie della città australiana di Victoria, si sono sparate tre giorni dopo avere affittato le pistole e avere comprato le munizioni dal personale del poligono di tiro.

Un cugino americano delle due sorelle ha dichiarato che entrambe avevano una doppia laurea e che i loro genitori erano emigrati dal Sud Africa a Melbourne negli anni ’70. Il padre era dirigente di banca. Il canale Fox News ha fatto sapere che quando gli agenti di polizia sono arrivati al poligono di tiro una delle due sorelle era distesa sulla schiena mentre un dipendente della struttura stava tentando un massaggio cardiaco. La ragazza è morta poco dopo.

L’altra gemella era seduta a terra con sangue sulle mani e sulla parte posteriore della testa e «l’agente ha notato una ferita da arma da fuoco nel centro della sua fronte». La gemella sopravvissuta, Candace, che ha subito un intervento chirurgico d’urgenza al cervello, ha dichiarato alla polizia dal suo letto d’ospedale durante un colloquio di due ore che lei e la sua gemella identica avevano stretto un patto suicida.