BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NUOVA ZELANDA/ Dispersi in mare, li trovano sani e salvi dopo i loro funerali

Pubblicazione:

peschereccio-r400.jpg

Erano finiti alla deriva all'inizio di ottobre, dopo una traversata in mare a bordo di una barca a remi in alluminio. E di loro non si era saputo più nulla. Nonostante due mesi di ricerche che si erano rivelate inutili. Al punto che, come scrive Repubblica, i tentativi di ritrovarli sono stati interrotti ed erano già stati celebrati i loro funerali. Ma a sorpresa sono stati ritrovati ancora in vita.


ALLA DERIVA PER 50 GIORNI - I protagonisti della singolare vicenda sono due 15enni, Filo Filo e Samuel Perez, e il 14enne Edward Nasau, originari di Atafu, uno dei tre atolli dell’arcipelago neozelandese Tokelau, nel sud dell'Oceano Pacifico. I teenager sono stati salvati da un peschereccio per tonni dopo essere finiti alla deriva per 50 giorni. I tentativi di ritrovarli erano da tempo stati interrotti, certificandone inoltre la morte. I pescatori li hanno avvistati quindi al largo delle isole Figi, a 1.420 chilometri da Tokelau. Il capitano in seconda del peschereccio, Tai Fredricsen, ha rivelato a Radio New Zealand: «Erano gravemente scottati dal sole, ma in realtà hanno avuto bisogno di semplice pronto soccorso, cioè della crema per alleviare le bruciature». In Nuova Zelanda infatti siamo alla fine della primavera. Drammatica l’assenza d’acqua da bere che ha afflitto i ragazzi per 50 giorni.
 


  PAG. SUCC. >