BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

WIKILEAKS ITALIA/ Nei file i commenti Usa sulle «feste selvagge» di Berlusconi

Pubblicazione:domenica 28 novembre 2010

Il fondatore di Wikileaks, Assange Il fondatore di Wikileaks, Assange

 

 

WIKILEAKS ITALIA - Di Gheddafi, da sempre problematico avversario per gli Usa, viene notato nei documenti di Wikileaks che ha una bellissima infermiera, «una bionda da schianto». Vengono poi giudizi su altri leader mondiali, alleati degli Usa come l’Italia o nemici come i regimi asiatici. Tra questi ultimi, secondo le indiscrezioni di Wikileaks il presidente-dittatore iraniano Ahmadinejad è semplicemente «Hitler». Il tiranno nordcoreano Kim Jong-Il è «un epilettico vittima di continui attacchi». Ma non va molto meglio agli alleati, finiti al centro del dossier di Wikileaks. Angela Merkel è, scrive Spiegel, una «cancelliera al teflon, evita o schiva ogni rischio in politica, e ben raramente è creativa». Il suo vice Westerwelle, rivela sempre Wikileaks, è «un aggressivo». Il presidente francese Nicolas Sarkozy è «un imperatore senza il vestito (vuol dire dignità e potere reale, ndr) di un imperatore».



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
28/11/2010 - ? (Alberto Consorteria)

Che scoperte pazzesche! Meno male che c'è Wikileaks che ci informa di cotanta verità. Ora sì che siamo più informati. Ma perché il Voyerismo va tanto di moda? Gli Stati Uniti parlano dell'Iran come Stato Canaglia, e Gheddafi voglion farlo fuori da 30 anni. Direi che queste rivelazioni sconvolgenti danno l'impressione di essere coerenti, piuttosto che incoerenti, con la politica americana