BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ANGLESEY/ L’isola dell’amore e dei druidi, dove andranno a vivere William e Kate

La costa lungo l'isola di Anglesey La costa lungo l'isola di Anglesey



C’è una autentica curiosità però che chiunque capiti da queste parti non potrà fare a meno di visitare. E’ una cittadina dal nome assurdo, almeno per noi latini, probabilmente meno assurdo per i gallesi, ma crediamo che anche per loro rappresenti qualche problema pronunciarlo. Si tratta di una cittadina che ha il primato di avere il nome più lungo dell’Intero Regno Unito e il terzo al mondo. E’ il paese di Llanfairpwllgwyngllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch.

Sì, avete letto bene. Il nome, in Gallese, significa Chiesa di Santa Maria nella valletta del nocciolo bianco, vicino alle rapide e alla chiesa di San Tysilio nei pressi della caverna rossa. Sì, anche i gallesi hanno qualche problema con questo super nome: lo abbreviano in Llanfair PG o Llanfairpwll per chi parla il gallese, in modo da distinguerlo da altre località che cominciano con “Llanfair”. Molte persone vi si recano solo per farsi fotografare alla stazione ferroviaria, davanti al lunghissimo cartello che ne indica il nome.

Alcuni vanno poi nei negozi locali per farsi timbrare il passaporto con l’incredibile nome del paese. Il nome fu una invenzione turistica: lo pensò nel 1860 il consiglio comunale proprio per avere “il nome più lungo di una stazione ferroviaria in Gran Bretagna”. Il nome originale della cittadina era Llanfair Pwllgwyngyll, già piuttosto lungo (considerato che l'alfabeto gallese ha solo 17 lettere rispetto alle 26 di quello inglese). Da visitare, in questo paese, la bella colonna del Marchese di Anglesey da cui si gode una panoramica sull’isola e sullo stretto di Menai.

Curiosità: il nome del villaggio compare in una storia di Topolino uscito nel 1970 e in una di Dylan Dog. Il nome viene poi usato come parola d’ordine nel film Barbarella. In questa apparentemente tranquilla cittadina è avvenuto un omicidio misterioso e mai risolto: nel novembre 2001 fu ritrovato il corpo di una anziana signora, distesa sulla poltrona di casa sua con una coperta sopra: aveva subito ben 22 coltellate e in una tazza vicino a lei c’era il suo cuore…

© Riproduzione Riservata.