BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

COREA NORD/ Jean: se Obama vuole la pace, deve preparare la "guerra"

La portaerei Usa nel Mar GialloLa portaerei Usa nel Mar Giallo

 

Gli esperti stimano che abbia tra 2-3 e 6-7 bombe atomiche, e i suoi missili hanno una gittata di 3mila chilometri. In pratica possono colpire non soltanto il centro di Seul, ma l’intero territorio giapponese, la Russia, la Cina e la base Usa di Okinawa. Pyongyang potrebbe tranquillamente causare un’altra Hiroshima. E anche ammettendo che non riesca a montare le bombe atomiche sui missili, i suoi sottomarini sono molto silenziosi, e quindi sono in grado di portare gli ordigni nei porti giapponesi e poi farli esplodere.
 

Non è certo una bella prospettiva…

Il regime di Kim Jong-il del resto, come atto di sfida, ha mostrato a una delegazione americana un nuovo impianto di arricchimento dell’uranio, riattivato in contrasto con gli accordi dei colloqui internazionali di pace. Ma sul piano militare Pyongyang non è soltanto una potenza nucleare. La Corea del Nord mobilita tutta la sua popolazione al mantenimento di un potente esercito e in particolare di una grande forza d’artiglieria, con cannoni messi in bunker e schierati vicino al confine sulla linea che la separa dalla Corea del Sud, ma in grado di raggiungere anche Tokyo. Non a caso, il capo di Stato maggiore del Giappone ha chiesto al governo di dotarsi di un arsenale nucleare, e sarebbe in grado di farlo in 3-4 settimane. Ma anche la Corea del Sud è in grado di farlo in tempi molto rapidi.
 

Per ora però la Corea del Nord è l’unico Stato nella regione a poter colpire con la bomba atomica…