BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

KATRINA/ Bush: La mia foto in volo sopra New Orleans? Un errore enorme

bush-katrina-r400.jpg (Foto)

 

 

"FUORI DAL MONDO" - Pressato dalle domande del giornalista Matt Lauer, Bush ha ammesso esplicitamente di avere commesso un errore comunicativo e se ne è assunto le responsabilità. «Lasciami prendere la tua foto, che abbiamo visto di più nell’ultimo paio d’anni della tua presidenza – ha esordito Lauer -. Tu sei seduto nell’Air Force One, durante il volo di ritorno verso Washington. Stai viaggiando proprio sopra New Orleans e guardi fuori dal finestrino». «Sì, un errore enorme», si lascia sfuggire senza mezzi termini Bush. «Sì. In quel momento entra la stampa e scatta la foto. E ti fa apparire così fuori dal mondo…», lo incalza il giornalista. «Distaccato e incurante», ammette l’ex presidente, che poi però prova a chiudere il discorso: «Non voglio domande su questo argomento».


"DOVEVO ATTERRARE" - Ormai però è tardi, e Lauer gli chiede: «Di chi era la colpa?». «E’ stata colpa mia – ribatte Bush -. Voglio dire, sono io che sarei dovuto oppormi, chiedendo: “A, non scattatemi la foto; B, atterriamo a Baton Rouge, in Lousiana; C, non avviciniamoci neppure all’area del disastro finché siamo in volo”. Stabilendo che, dopo essere ripartito da Baton Rouge, dovevo recarmi con la stampa a Washington in un centro di comando. Ecco perché dico che è stata colpa mia». «Nel suo libro lei scrive: “Quando la foto è stata pubblicata, ho capito immediatamente che sarebbe stata un problema”», gli ricorda l’anchorman.

 

«Ovviamente – prosegue Bush -. Avevo già abbastanza esperienza per saperlo con esattezza quando la foto è stata pubblicata. E il motivo per cui non siamo atterrati in Louisiana è stato perché ero preoccupato che le persone impegnate nei primi soccorsi sarebbero state distratte dal loro lavoro e che di conseguenza sarei stato criticato. Con il senno di poi, tuttavia, avrei dovuto atterrare a Baton Rouge, incontrarmi con il governatore e camminare per le strade, dicendo: “Sono qui per ascoltarvi, noi capiamo le vostre difficoltà. E aiuteremo lo Stato della Louisiana e i governi locali con tutte le risorse necessarie”. A quel punto, avrei dovuto prendere un volo per Washington. Non lo ho fatto. E ho pagato un prezzo per questo».