BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UK/ Il vescovo di Ebbsfleet: la storia della mia "conversione" al cattolicesimo

Pubblicazione:

Il vescovo Andrew Burnham  Il vescovo Andrew Burnham

«La mia conversione non nasce da una crisi della Chiesa anglicana, che resta una realtà molto viva anche se sta cambiando rapidamente, ma da una lunga storia di riavvicinamento tra fedeli inglesi e Cattolicesimo iniziata nei primi anni del ‘900». Ad affermarlo è Andrew Burnham, vescovo anglicano di Ebbsfleet, che il 31 dicembre prossimo si dimetterà dall’incarico episcopale per entrare in piena comunione nella Chiesa di Roma, insieme ad altri quattro vescovi. Intervistato da Ilsussidiario.net, Burnham ha fornito un punto di vista esclusivo su quanto sta accadendo alla fede in Inghilterra.


Vescovo Burnham, fino a che punto la sua conversione nasce da una crisi della Chiesa anglicana?

Io penso che la Chiesa anglicana in realtà non sia in crisi, ma che stia cambiando rapidamente. E’ composta da un numero sempre crescente di preti volontari, che non ricevono nessuno stipendio, e molti dei quali prima dell’ordinazione svolgevano un lavoro o erano andati in pensione. Oggi c’è meno consapevolezza della storia, della dottrina e delle tradizioni spirituali dell’Anglicanesimo classico. Mentre c’è un incremento significativo del movimento evangelico basato sugli Alpha-Style (i corsi di alfabetizzazione sugli aspetti basilari della fede, Ndr). E questo contribuisce alla sensazione di un cambiamento.
 

Quindi non ci sono difficoltà particolari a cui sta andando incontro la Chiesa in Inghilterra?



  PAG. SUCC. >