BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GROENLANDIA/ Un arcipelago unito dal ghiaccio ne fa l’isola più grande del mondo

Aurora boreale in Groenlandia Aurora boreale in Groenlandia



Già proprio così: a confutare certe teorie sull’inquinamento fonte del surriscaldamento globale, la Groenlandia testimonia piuttosto che i cambiamenti climatici fanno parte della storia del pianeta. Quando vi arrivò il re islandese Erik il Rosso, cacciato in esilio dalla sua Islanda, intorno all’anno Mille, si viveva un periodo di caldo climatico, il cosiddetto periodo caldo medievale.

Quella grande isola ai quei tempi non era del tutto ghiacciata, anzi, possedeva ampie pianure verdeggianti tanto che Erik il Rosso la battezzò appunto “Terra verde”. Si sono infatti trovate testimonianze di forme di agricoltura sviluppatesi soprattutto nella parte sud dell'isola. Gli scavi archeologici hanno messo in luce tracce di banchetti durante i quali si è consumata carne bovina e ovina. Si sa che lo stesso Erik il Rosso possedeva delle stalle in cui allevava fino a cento capi di bovini (oggi su 2650 chilometri di costa groenlandese non pascolano più di qualche decina di bovini).

 

CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE  L'ARTICOLO