BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

L'INTERVISTA/ Il ministro turco: riformiamo lo Stato per dare più libertà ai cristiani

Pubblicazione:

Il monastero turco di Sumela riaperto da Erdogan  Il monastero turco di Sumela riaperto da Erdogan

 

 

Il sistema dei millet (confessioni religiose, Ndr) nell'Impero Ottomano aveva creato un'atmosfera tollerante che ha permesso a diverse religioni di coesistere pacificamente al suo interno per molti secoli. Per un considerevole periodo di tempo, vari gruppi religiosi, musulmani, cristiani, ebrei, hanno vissuto insieme nell'Anatolia, in un'atmosfera di tolleranza. L'Impero Ottomano, conosciuto come Impero della Tolleranza, permetteva al suo popolo di godere di un'atmosfera più tollerante rispetto alla sua controparte europea. In questo senso, l'Impero Ottomano ha rappresentato una storia di successo nel creare una società tollerante.
 

Per esempio, il sultano Mehmet II, dopo la conquista di Istanbul, aveva permesso il funzionamento indipendente del Patriarcato greco-ortodosso. Ancora più interessante è il fatto che egli abbia posto le basi per la fondazione della Chiesa armena, che non era ammessa nell'epoca bizantina. Entrambe le Chiese operano ancora attivamente dopo 600-700 anni. Non è stata una coincidenza che gli ebrei esiliati dalla Spagna nel XV secolo si siano rifugiati nell'Impero Ottomano.


Come Governo turco, uno dei nostri obiettivi principali è quello di incoraggiare ulteriormente la comprensione reciproca, mettendo i nostri cittadini nelle condizioni di vivere in armonia e praticare liberamente la loro religione. La Turchia, in quanto stato secolare, salvaguarda la libertà di religione, credo, coscienza e convinzione , attraverso la Costituzione e la legislazione ordinaria. Tuttavia, ci sono state volte in cui abbiamo rilevato mancanze nell'applicazione di queste leggi. Nell'ultimo decennio, la Turchia ha intrapreso un serio processo di riforma. Questa trasformazione socio-economica sta continuando. Molte delle riforme realizzate per innalzare gli standard di vita dei nostri cittadini sono in linea con il percorso di ingresso nell'Unione Europea. Un certo numero di queste riforme sono legate alle libertà religiose.


Nel combattere il fondamentalismo islamico, c'è il pericolo che la lotta si trasformi in aggressione nei confronti dei musulmani e conduca all'aumento dell'islamofobia. Per prevenire ciò, bisogna distinguere tra movimenti terroristi che portano disaccordo nel mondo e i veri credenti dell'Islam. I principi di base dell'Islam dovrebbero essere spiegati a fondo. Gli insegnamenti dei filosofi islamici come Farabi, Avicenna, Ibn-i Rüşd, Ibn-i Haldun, che hanno largamente contribuito alla diffusione della cultura ai loro tempi, lasciando contributi preziosi per l'umanità, dovrebbero essere insegnati e spiegati. Solo in questo modo, i veri valori islamici possono essere rivelati. La Turchia come stato secolare che contribuisce all'Alleanza delle Civiltà, intraprende ogni sforzo per sostenere la lotta al fondamentalismo islamico.

 

La rivoluzione dei Giovani turchi del 1908 ha trasformato il vostro Paese in uno Stato laico. Che cosa rimane di quella stagione e quale deve essere oggi il ruolo della religione islamica nella società?
 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >