BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

INGHILTERRA/ E-petizioni: progetti di legge votati da casa come a X Factor

Proposta del governo inglese: e-petizioni per una democrazia diretta

bigbenR400.jpg (Foto)

E’ una idea che viene accarezzata sin da quando nacque Internet. Quella cioè di una democrazia diretta via Web che permetta ai popoli di partecipare e votare direttamente le leggi dello Stato. Adesso il governo del conservatore David Cameron potrebbe essere il primo governo al mondo a metterla in atto.

Cameron infatti vorrebbe che alcune pagine del sit del governo inglese fossero messe a disposizione dei cittadini affinché essi possano, votando, decidere quali progetti di legge vadano affrontati in parlamento. Un po' come si fa per votare i concorrenti di programmi tv quali X Factor. Le E-petizioni, come si chiamerebbero, che ottenessero almeno 100.000 voti verrebbero discusse in parlamento.

Secondo il progetto di Cameron, anche Facebook potrebbe servire alla causa: gli utenti di Facebook che sostengono una certa causa o una campagna politica, potrebbero rimanere in contatto tra loro e discutere per mesi la proposta di legge prima di pubblicarle sul sito del governo. Attenzione però: l’idea di tradurre automaticamente in legge le petizioni che raggiungessero un milione di voti è stata immediatamente bocciata dal governo inglese. Ci sono però pareri discordi sulla proposta.