BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

CRISTIANI PERSEGUITATI / Cina, vescovi rapiti e deportati a Pechino dalla polizia

Prelati obbligati a partecipare al raduno dell’Associazione patriottica cattolica cinese, la finta chiesa amica del regime

cattoliccinesi_R400.jpg(Foto)

Almeno dieci vescovi sarebbero stati rapiti e deportati a Pechino per partecipare all’assemblea dell’Associazione patriottica cattolica cinese. La finta chiesa amica del regime e non riconosciuta dal Vaticano.

I monsignori sarebbero stati prelevati a forza dalla polizia che li ha condotti dalle loro sedi sino alla Capitale per il raduno (che si chiuderà il 9 dicembre) che ha come obiettivo quello di arrivare all'elezione del presidente nazionale dell'Associazione patriottica e del presidente del Consiglio dei vescovi cinesi, due organismi inaccettabili per i cattolici perché mirano all'edificazione di una Chiesa indipendente, staccata dal Papa.

CLICCA QUI SOTTO PER CONTINUARE LA LETTURA DELL'ARTICOLO SULLE PERSECUZIONI AI VESCOVI IN CINA