BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MALATTIA RARA/ Lo Stato non paga l’operazione: neonato "condannato a morte"

Pubblicazione:giovedì 9 dicembre 2010

neonato-r400.jpg (Foto)

Un bambino di cinque mesi è affetto da una malattia genetica rara che rischia di provocarne la morte per infarto, infezioni varie e problemi di metabolismo. Ma lo Stato americano in cui vive non intende pagargli l’unica operazione che potrebbe salvargli la vita: un trapianto di timo.


PICCOLO SFORTUNATO - Il piccolo si chiama Seth Petreikis ed è nato in luglio a Dyer, cittadina dello Stato Usa dell’Indiana. Dopo l’intervento chirurgico a cuore aperto quando il piccolo aveva solo 17 giorni, che per fortuna è andato bene, i medici lo hanno dimesso dall’ospedale, ad appena tre giorni dall’operazione. Poche ore dopo la diagnosi che non lascia scampo: il bambino ha una «sindrome completa di DiGeorge», una malattia rara e mortale in seguito alla quale il corpo non riesce più a combattere le infezioni o i virus. E che è accompagnata da un insieme complesso di diverse altre patologie. L’unico modo di risolvere il problema è un intervento innovativo, che può essere compiuto da un solo chirurgo in un solo ospedale in tutti gli Stati Uniti.
 

«CONDANNATO A MORTE» - I genitori di Seth, Becky e Tim Petreikis, hanno scoperto in breve tempo che l’operazione non era coperta da Medicaid, l’assicurazione sanitaria diffusa negli Usa al posto del servizio sanitario nazionale. I due appelli disperati dei genitori all’Amministrazione statale per la famiglia e i servizi sociali (Fssa) sono stati entrambi respinti. L’anomalia cardiaca di Petreikis deve essere curata entro febbraio, ma l’operazione non può essere realizzata fino a quando non sarà sottoposto a terapia per curarne la sindrome di DiGeorge. «E’ come se fosse stato condannato a morte», ha dichiarato Becky Petreikis al quotidiano «Northwest Indiana Times».
 


  PAG. SUCC. >

COMMENTI
20/12/2010 - MALATTIA RARA (paolo sergi)

veramente non ci dovrebbero essere commenti... AIUTIAMOLO SUBITO