BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

TERREMOTO GIAPPONE/ Scossa di magnitudo 6.6 a largo delle coste orientali. A Tokyo tremano i palazzi. Ci sarà lo tsunami?

Terremoto_Giappone_140310R375.jpg(Foto)

Come già spiegato dal geologo marino Nevio Zitellini a ilsussidiario.net in occasione del terremoto in Cile di fine febbraio, non sempre le scosse in mare causano uno Tsunami, perché «i terremoti sono fenomeni molto complessi e di tante tipologie, penso ai terremoti distensivi (si crea una spaccatura), compressivi (si crea un innalzamento) o trascorrenti (due strutture scivolano una rispetto all'altra) che sono caratteristiche che possono anche combinarsi creando un quadro molto complicato. Empiricamente possiamo sicuramente dire che la magnitudo di un sisma in grado di generare uno tsunami è comunque piuttosto alta, diciamo oltre il settimo grado Richter per dare un riferimento, e l'epicentro deve essere localizzato in mare o nelle immediate vicinanze della costa. Questo perchè la terra spostandosi trasferisce una grande quantità di energia all'acqua soprastante e questa comincia a spostarsi, ma non è automatico che lo tsunami generato sia grande e quindi che l'effetto sia poi devastante sulle coste vicine. Le ragioni esatte però per cui un terremoto crea uno tsunami e un altro invece non lo crea sono ancora oggetto di indagine scientifica».

© Riproduzione Riservata.