BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

IL CASO/ L'ideologia fa ancora vittime a Cuba: la storia "censurata" di Omar Zapata

Cuba_BandieraR375.jpg(Foto)

Le autorità cubane hanno avuto il coraggio di non autorizzare le “Damas de blanco” a recarsi presso la sede del Parlamento per ritirare il premio, violando il diritto di lasciare liberamente il proprio paese e di farvi ritorno liberamente, sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. Episodi analoghi a Cuba sono sempre all’ordine del giorno. Eppure qualcuno, anche in Italia, così come accadeva durante la guerra fredda, ha ancora la faccia tosta di difendere l’indifendibile, di giustificare il regime cubano dicendo che, in fondo, anche nelle carceri italiane si muore e che Cuba ha il solo torto di aver fatto rispettare le proprie leggi.

 

Tutto questo si chiama ideologia: un approccio alla realtà che prescinde da molti dei fattori della realtà stessa per cui arriva a sconciarne il volto e a trasformarla in un sottoprodotto dell’esperienza dell’umano, con effetti desertificanti per quello che è il progettare il futuro e il tentativo di dare un senso al presente. Le ideologie non sono ancora morte, ed è bene che chiunque abbia a cuore la libertà e la democrazia se ne renda conto. Perché la distorsione della realtà che da 50 anni governa l’isola di Cuba ha la medesima radice, o se vogliamo, lo stesso colore della bandiera di chi, a migliaia di chilometri di distanza, tenta di farci credere che l’isola di Cuba è soltanto un paradiso per i turisti e non invece un luogo di miseria, di fame e di disperazione.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
19/03/2010 - Il comunismo non è morto (Alberto Pennati)

C'è chi vorrebbe far credere che il comunismo sia defunto con la caduta del Muro di Berlino o poco dopo. Ciò è assolutamente falso e lo dimostrano i dissidenti che ancora lottano, soffrono e muoiono per estirpare questo cancro dalle loro nazioni. Mi piacerebbe che anche nel nostro Paese gli italiani se lo ricordassero; forse - per alcuni - certe scelte politiche sarebbero diverse se non si ricercassero, ad ogni costo, alleanze con chi è nato da questa ideologia.