BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

TEMPI/ In Iraq, Adnan e Zaiya uccisi perché cristiani: l'attacco islamico pre-elettorale

 A pochi giorni dalle seconde elezioni libere nella sua storia, l’Iraq è crivellato di attentati e violenze. L’obiettivo degli islamisti non è soltanto boicottare il voto ma spingere all’esilio la componente non musulmana della popolazione. L'analisi di RODOLFO CASADEI 

cristiani_iraq1R375_24set08.jpg(Foto)

Due anni fa Mazen Ishoa, sacerdote siro cattolico di Mosul, era stato rapito insieme ad un altro religioso mentre andavano a dire Messa. Una settimana di paura e maltrattamenti nelle mani dei rapitori, poi il rilascio per entrambi. Stavolta non sono venuti per lui: sono entrati nella casa dei suoi genitori, hanno picchiato le donne, rubato quei pochi oggetti di valore che c’erano e infine trucidato suo padre Metoka e i suoi due fratelli, Mukhlos e Basem.


Anche Adnan al Dahan, commerciante cristiano ortodosso di 57 anni, era stato rapito due anni fa e aveva dovuto pagare un forte riscatto per essere liberato. Stavolta è andata diversamente: una settimana dopo il rapimento il suo corpo senza vita è stato trovato per strada in un quartiere periferico di Mosul.

Lascia moglie e quattro figli. Zaiya Toma Soro, cristiano assiro originario di Dohuk, aveva solo 22 anni e studiava all’università di Mosul, è stato ucciso a revolverate da due finti poliziotti mentre camminava per strada insieme a un altro studente cristiano, rimasto ferito. Mancano pochi giorni al secondo voto politico libero nella storia dell’Iraq, e la caccia al cristiano è una delle caratteristiche salienti della campagna elettorale, specialmente nella tristemente famosa città settentrionale di Mosul.

Solo fra il 14 e il 24 febbraio sono stati trucidati 8 cristiani. Dietro consiglio delle autorità di pubblica sicurezza gli studenti cristiani non frequentano più l’università: sono arrivate minacce secondo cui gli autobus che li trasportano saranno fatti esplodere, cosa che è già avvenuta a fine gennaio, quando una bomba ha ferito cinque studenti su di una corriera e un’altra è stata scoperta per tempo.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO