BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

CASO DIPLOMATICO / Emergency, il premier Silvio Berlusconi scrive ad Hamid Karzai

Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, scrive al presidente dell'Afghanistan, Hamid Karzai, per risolvere il caso diplomatico dei tre cooperanti di Emergency arrestati con l'accusa di terrorismo

Soldati italiani in AfghanistanSoldati italiani in Afghanistan

Una lettera di Silvio Berlusconi sarà recapitata ad Hamid Karzai, presidente dell'Afghanistan. L’inviato del ministro degli esteri Franco Frattini, Attilio Iannucci, in arrivo a Kabul, consegnerà - come riferiscono fonti diplomatiche italiane - una missiva del premier italiano, con un “messaggio personale” del ministro Frattini. Non sono stati resi noti i dettagli del messaggio. Frattini invece ha chiesto al governo di Kabul di accelerare le indagini. Ed ha anticipato che uno dei tre operatori di Emergency “potrebbe essere liberato, se non ci sono altri elementi di prova”. Il ministro lo ha detto nel corso del suo intervento alla Camera, dove si è recato a riferire al Parlamento sulla vicenda dei tre cooperanti italiani arrestati sabato a Lashkar Gah, nella provincia di Helmand. “Il presidente Berlusconi ed io - ha rivelato Frattini - abbiamo fatto presente alle autorità afghane che come Paese amico l’Italia si aspetta il rispetto di tutti i diritti, compresa la presunzione di innocenza”. Il ministro degli Esteri ha ribadito che l’Italia si muoverà secondo due principi: “tutelare i nostri connazionali” e “aiutare il Paese cui siamo legati da amicizia verso la stabilizzazione”.

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER LEGGERE IL RESTO DELL'ARTICOLO SULLA LETTERA DI SILVIO BERLUSCONI A KARZAI