BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EMERGENCY/ I tre medici liberati rifiutano il volo di Stato. I commenti di Napolitano, Frattini e Gino Strada

Pubblicazione:

afghanistan_blindoR375.jpg


I TRE MEDICI DI EMERGENCY LIBERATI - IL COMMENTO DI GINO STRADA - «Mi sembra una bella conclusione» ha commentato il fondatore di Emergency, Gino Strada. «Qualcuno ha cercato di screditare Emergency e il tentativo è fallito» ha continuato Gino Strada che ha telefonato al ministro degli Esteri, Franco Frattini, al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e all'inviato speciale dell'Onu ringraziandoli di quanto fatto per la liberazione dei tre medici di Emergency.

 

 

I TRE MEDICI DI EMERGENCY LIBERATI – PER FRATTINI IL MERITO E’ DELLA DIPLOMAZIA - Intanto, il ministro degli Esteri, Franco Frattini, si è detto decisamente soddisfatto dell’epilogo della vicenda. Frattini, in merito alla liberazione dei tre medici di Emergency, ha espresso «vivo compiacimento per la positiva conclusione». Frattini, in particolare, si è detto soddisfatto per aver «ottenuto quello che era il nostro obiettivo prioritario, e cioè la libertà per i nostri connazionali senza mettere in discussione la nostra posizione di ferma solidarietà con le istituzioni afghane e la coalizione internazionale». Frattini ha sottolineato, inoltre, che il rilascio dei tre medici di Emergency è stato «il risultato dell'intensa azione condotta dalla diplomazia italiana che ha agito con straordinaria professionalità e discrezione, nel rispetto delle istituzioni afghane che l'Italia e la comunità internazionale stanno aiutando a crescere».

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO
 

 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >