BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

COCHABAMBA / Il leader ambientalista Evo Morales: “Sono gli ogm a provocare l’omosessualità”

“Sono gli ogm a provocare l’omosessualità. Il pollo che mangiamo è carico di ormoni femminili, e per questo quando gli uomini mangiano di questi polli hanno deviazioni dal loro essere uomini”. A sostenerlo è stato Evo Morales durante la Conferenza mondiale dei popoli sui cambiamenti climatici e i diritti della madre Terra

“Sono gli ogm a provocare l’omosessualità. Il pollo che mangiamo è carico di ormoni femminili, e per questo quando gli uomini mangiano di questi polli hanno deviazioni dal loro essere uomini”. Erano venuti in 20mila a Cochabamba (Bolivia) ad ascoltare Evo Morales per l’inaugurazione della Conferenza mondiale dei popoli sui cambiamenti climatici e i diritti della madre Terra: un evento convocato in occasione della Giornata mondiale della terra, e che si presentava un po’ come un anti-vertice di Copenaghen.
A tutti, Morales ha appunto spiegato che i gay sono malati da disintossicare a colpi di polli ruspanti. Magari anche con un po’ di coca che, come aveva spiegato la settimana scorsa alla giunta internazionale per il Controllo degli stupefacenti dell’Onu, rende “più sani e più intelligenti”. La coca, s’intende: non la Coca Cola, che pure con foglia di coca è fatta, ma che, dice sempre Morales, “in Bolivia usiamo per disintasare i gabinetti”.
Metà del pubblico rideva e applaudiva freneticamente. Metà sgranava gli occhi: occhi di ecologisti europei e nordamericani che a Cochabamba si aspettavano un nuovo punto di riferimento per l’ambientalismo mondiale.
© Riproduzione Riservata.