BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CHIESA PERSEGUITATA / Asia News: “In Uzbekistan per i cristiani è vietato anche festeggiare il compleanno”

Pubblicazione:

In Uzbekistan l'Islam è la prima religione  In Uzbekistan l'Islam è la prima religione

 

Per i cristiani dell’Uzbekistan è illegale perfino festeggiare il compleanno. Lo scrive l’agenzia di stampa “Asia News”, affermando che le comunità del Paese caucasico sarebbero state vittima di “incursioni della polizia durante gli incontri di preghiera, minacce, multe onerose, confisca e distruzione di materiale religioso e persino dei testi sacri”. E aggiunge l’agenzia: “In molte regioni dell’Uzbekistan continua la persecuzione sistematica di polizia e autorità contro i cristiani, ‘colpevoli’ di riunirsi in case private per pregare insieme: al punto che persino una festa di compleanno è considerata una ‘riunione illegale’”.
La persecuzione è sempre maggiore nella regione nord-occidentale del Karakalpakstan. L’agenzia Forum 18 riporta che l’8 aprile a Nukus, capoluogo del Karakalpakstan, la polizia ha interrogato il protestante Aimurat Khayburahmanov e gli ha chiesto di firmare una dichiarazione in cui si afferma che non si riunisce con altri cristiani e che non ha libri religiosi nella sua casa. Al suo rifiuto, è stato minacciato di essere processato se compie questi fatti. Khayburahmanov è stato già stato tre mesi in carcere per avere “insegnato religione senza permesso” ed è uscito grazie a un’amnistia nel settembre 2008.

 

CLICCA QUI O SUL PULSANTE >> PER LEGGERE IL RESTO DELL'ARTICOLO SUI CRISTIANI PERSEGUITATI IN UZBEKISTAN


  PAG. SUCC. >