BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VIDEOGAMES/ Non lo fa giocare alla Playstation: 16enne cileno pugnala a morte il fratello di 18 anni

Pubblicazione:

Una versione della Playstation  Una versione della Playstation

Un ragazzo cileno ha pugnalato a morte il fratello maggiore Manuel Gonzalez Munoz, di 18 anni, durante una vivace discussione per decidere chi avrebbe dovuto usare la PlayStation. L’episodio è avvenuto martedì sera a Santiago del Cile. Il giovane, di 16 anni, del quale sono state rese note solo le iniziali (R.A.), si trova ora in una delle strutture del Servizio nazionale per i minori. È accusato di omicidio semplice e rischia una condanna da tre a cinque anni di carcere. I due ragazzi, considerati a “rischio sociale”, avevano trascorso dieci anni in un centro di rieducazione, per poi essere presi in affidamento da Valerie Michael, una volontaria belga. In assenza della donna è scoppiata la lite: Manuel ha acceso la PlayStation per giocare e il fratello, irritato perché non aveva dato il suo consenso, lo ha colpito con un coltello al torace. Il giovane assassino ha detto alla polizia di aver perso il controllo e di essere pentito.

 
 
Al momento dell’omicidio Valerie Michael, nella cui abitazione vivevano i fratelli, si trovava in Belgio dove aveva alcuni impegni. Alle 18.30 di martedì un amico dei ragazzi si è recato nella loro casa per giocare alla PlayStation a “Need for Speed”, un videogioco di corse clandestine. Il testimone ha dichiarato alla squadra omicidi che “alle 21.30 l'adolescente ha chiesto a Manuel di fargli usare la PlayStation, domandando al tempo stesso dove l’avesse lasciata. Il 19enne ha risposto che la stava usando lui. Manuel si è arrabbiato, cercando di mantenere il controllo del gioco, con un conseguente scambio di insulti tra i due, che poi si è trasformato in uno scontro fisico”.

 

 

CLICCA QUI O SUL PULSANTE >> PER LEGGERE IL RESTO DELL'ARTICOLO SUL 16ENNE CILENO CHE HA UCCISO IL FRATELLO PER LA PLAYSTATION



  PAG. SUCC. >