BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

UCRAINA/ Un passo verso Bruxelles, due verso Mosca

Foto AnsaFoto Ansa

Molto più probabilmente, come suggerito dal Segretario di Stato americano Hillary Clinton, Kiev cercherà di impostare una politica estera di equilibrio tra i suoi ingombranti vicini, cercando di ottenere con il minimo del coinvolgimento il massimo dei guadagni percepibili da entrambi.

 

La nuova dirigenza ucraina potrebbe comunque essere indotta ad abbandonare questa strategia incentrata sull’equidistanza se, superate le turbolenze della crisi greca, Bruxelles deciderà di impegnarsi concretamente per riportare Kiev nella sua orbita, recuperando così il terreno perso negli ultimi due anni. Un primo passo potrebbe essere il rapido inserimento del Paese nella “lista bianca” di Schengen, l’attesa liberalizzazione dei visti di viaggio che permetterebbe agli ucraini di avvicinarsi fisicamente alla realtà politica e sociale dell’Europa Unita.

 

(Gabriele Vargiu)

 

www.Equilibri.net

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
14/05/2010 - Analisi giusta .. (Eros Catozzi)

Ho apprezzato la puntualizzazione del suo articolo sullo stato attuale del paese .Io aggiungerei questo ,la meta' del paese odia i Russi mentre una meta' che sta ad Est (Karkhiv,Donetsk ) oltre la Crimea ed Odessa sono simpatizzanti Russi ,anche se i giovani stanno venendo su con un legame maggiore al nome della loro Patria.L'Europa se vuole avvicinare l'Ucraina a se ,deve liberalizzare i visti ,anche perche' si tratta di un popolo culturalmente preparato oltre alla vicinanza della religione Ortodossa al ns cristianesimo... Buona giornata