BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCENARIO/ Troppo cattivo Stato: così è caduto il Labour. Lezione di inglese per l'Italia?

Nick Clegg e David Cameron (Foto: Ansa) Nick Clegg e David Cameron (Foto: Ansa)

Questo pone forti problemi di legittimità al partito conservatore, che guida la coalizione di governo, ma ha un solo seggio in Scozia (al confine con l’Inghilterra), due soli in Galles, e nessuno in Irlanda del Nord, dove il suo omologo Partito Unionista ha perso l’unico seggio che aveva.

 

Questo problema di legittimità è forte dato il sistema elettorale: il problema non si porrebbe, ad esempio in Italia dove comunque la Toscana (regione rossa) è rappresentata nel governo del Paese da quei deputati eletti per il Pdl in Toscana. Con il maggioritario i voti “conservatori” scozzesi e gallesi non vengono rappresentati da (quasi) nessuno in Parlamento.

 

Questo problema è ovviato dal fatto che il governo in carica è un governo di coalizione, in cui i Lib-Dem potrebbero finire per avere il ruolo di “Lega Nord” di Scozia e Galles, aree per altro più povere e a più alta intensità di spesa pubblica.

 

2. Possibili interpretazioni del risultato di voto

Quali sono le ragioni della sconfitta dei Labour (peraltro ben prevista dagli analisti così come il successivo governo di coalizione)? La spiegazione più diffusa è che gli inglesi erano stanchi di Gordon Brown e volevano un cambiamento.

 

Alcuni eventi eclatanti degli ultimi due anni hanno contribuito a questo sentimento generale. Primo, le lotte di potere intestine: la guida dei Labour passerà probabilmente al giovane David Milliband, ma le lotte interne durano da tempo e non hanno giovato alla popolarità del partito.

 

Secondo, lo scandalo delle spese dei parlamentari: esponenti di tutti i partiti ne sono stati coinvolti, ma a causa di una certa ideologia di “superiorità morale” e del fatto che erano al governo, il colpo è stato maggiore per i Labour.

 

Terzo, innumerevoli altri scandali (gli inglesi si scandalizzano facilmente) - per esempio lo smarrimento di informazioni riservate da parte del ministero di Giustizia in due occasioni diverse - che hanno contribuito a un’immagine del governo Labour come un gigante lento, inefficiente e troppo interessato ad auto-alimentarsi per ingigantirsi ulteriormente.

 

PER CONTINUARE L’ARTICOLO CLICCA >> QUI SOTTO