BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCENARIO/ Troppo cattivo Stato: così è caduto il Labour. Lezione di inglese per l'Italia?

Nick Clegg e David Cameron (Foto: Ansa) Nick Clegg e David Cameron (Foto: Ansa)

Un filone recente della letteratura scientifica che sta ricevendo grande attenzione mostra come le opinioni delle società a riguardo della cause della povertà/ricchezza (i poveri sono poveri perché non hanno avuto le opportunità o perché non le hanno colte?) siano le determinanti più importanti delle politiche distributive.

 

Economisti politici come A. Alesina, E. Glaeser, R. Benabou hanno elaborato e testato teorie con equilibri multipli in tema di opinioni-politiche-crescita. Queste teorie descrivono un equilibrio “europeo”, dove si pensa che i poveri sono poveri perché “sfortunati”, la redistribuzione è elevata, ci sono più disincentivi a lavorare, e un equilibrio “americano” dalle caratteristiche opposte.

 

L’Inghilterra è considerata stare un po’ nel mezzo, ma - come predetto da queste teorie - nel momento in cui le opinioni di una parte della classe media sono cambiate (i destinatari dei proventi delle tasse non meritano queste risorse), questa parte della classe media ha votato contro la redistribuzione.

 

A questo proposito si potrebbe anche discutere del tema degli immigrati, perché il nuovo sentimento anti-immigrati (poveri) è largamente motivato dal fatto che essi sono visti come destinatari non meritevoli di molti beni pubblici.

 

2.2 Quale alternativa

Una cosa è certa: il nuovo governo deve ridurre la spesa pubblica. Il deficit è troppo elevato e nel mercato finanziario di questi tempi, con un deficit così si rischia di fare la fine della Grecia. Come e dove ridurre la spesa è molto meno chiaro. George Osborne dei Tories è il nuovo ministro delle Finanze, per ora ha dato delle linee guida su ingenti tagli alla spesa pubblica - peraltro approvati dalla Banca Centrale inglese - ma la decisione finale di che cosa tagliare e di quanto non sarà semplice.

 

Gli inglesi vedono il welfare state come una conquista (in questo sono europei) e quindi non vogliono smantellarlo dall’oggi al domani. Questo è uno dei motivi per cui i Conservatori non hanno comunque avuto la maggioranza assoluta. Una parte della classe media li ha votati, ma altri no, perché li vedono ancora come i figli della Thatcher.

 

PER CONTINUARE L’ARTICOLO CLICCA >> QUI SOTTO