BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PROCESSO AI CANNIBALI/ La sentenza-shock: il giudice “grazia” i due colpevoli

Maxim Glavatskih e Yuri Mozhnov Maxim Glavatskih e Yuri Mozhnov

 

Un giudizio che stupisce, e che stride con le altre dichiarazioni rese dal procuratore al sito Internet Mk.ru: “Questo terribile crimine non è collegato all’ideologia ‘Emo’, cui Glavatskih non apparteneva veramente. Il motivo per cui è stato commesso è che Karina era innamorata di Glavatskih, che invece si era stancato di lei. Per questo i due cannibali hanno concordato un piano decidendo che, a un segnale convenuto, sarebbero entrati in azione. E così hanno fatto”.

 

Una versione confermata da numerosi testimoni, che si trovavano con Glavatskih il pomeriggio che ha preceduto l’omicidio, secondo cui dopo avere parlato con Karina al telefono e concordato di vedersi quella sera stessa, il giovane si sarebbe lasciato sfuggire un commento terribile: “Per noi è la carne”. Glavatskih al contrario durante il processo non ha ammesso né di avere ucciso Karina né di averla mangiata, ma di averne soltanto smembrato e occultato il cadavere dopo che la 16enne era stata uccisa da qualcun altro. E secondo la difesa, anche le analisi del vassoio nel quale secondo l’accusa Karina sarebbe stata servita con patate non avrebbero dato risultati univoci. I periti avrebbero infatti rinvenuto gocce di sangue umano, ma carne di manzo.

 

Leggi anche: CANNIBALI / La sentenza sugli assassini della 16enne cucinata con patate si trasforma in uno show Gothic metal

 

E gli avvocati degli imputati hanno spiegato la cosa dicendo che Glavatskih si era tagliato nell’affettare le patate, ma che non era avvenuto nessun cannibalismo. Va inoltre rilevato che Glavatskih e Mozhnov sono stati condannati per omicidio, e non per cannibalismo, in quanto il codice penale russo non contempla questo reato (nonostante l’inquietante frequenza con cui ricorre nel Paese dell’Est Europa).

 

Leggi anche le altre news di cronaca de ilsussidiario.net

 

Leggi anche le altre news di esteri de ilsussidiario.net

 

CLICCA QUI O SUL PULSANTE >> PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO SULLA SENTENZA SUI CANNIBALI