BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MORTO MANUTE BOL/ Il gigante cristiano dell’Nba che aveva speso la vita per i profughi del Sudan

Pubblicazione:

manute-bolR375.jpg

E’ MORTO MANUTE BOL - E’ morto Manute Bol, il campione dell’Nba che ha alternato la sua vita tra il basket e l’impegno per i profughi del Sudan, suo paese natale. Manute Bol uno dei due giocatori più alti dell’Nba, è morto a 47 anni per una grave e rara malattia cutanea e per complicazioni ai reni.


CLICCA QUI O SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLA MORTE DI MANUTE BOL


Leggi anche: SUDAN/ Un paese che rinasce partendo da una chiesa


E’ morto, a soli 47 anni, Manute Bol, a causa di una rarissima malattia cutanea e per complicazioni renali. Bol, uno dei due giocatori più alti dell’Nba, con i suoi due metri e 31, si è spento in un ospedale di Charlottesville, in Virginia. Nato nel 1962 in Sudan nel popolo Dinka fu scoperto nell’82 da Don Feeley. L’allenatore era a caccia di cestisti africani, e non appena lo conobbe fece di tutto per convincerlo a seguirlo in America. Negli Usa i San Diego Clippers gli fecero un contratto. Fu solo la prima di dieci stagioni, attraverso vari passaggi di squadre e una sfavillante carriera. Bol tenne sempre nel cuore il Sudan, dilaniato dalle violenze dell’elite contro la minoranza di cristiani animisti. Bol spese gran parte della sua vita e del suo denaro per aiutare in profughi sudanesi,e fu sempre in prima fila nelle marce di protesta  presso l'ambasciata sudanese di Washington. «Dio mi ha guidato in America dandomi un buon lavoro, ma mi ha dato anche un cuore per guardare indietro», era solito dire Bol, che era cristiano, e che, tornato in Susan nel ’98, pagò cara la sua fede. Quando rifiutò, infatti, la carica di ministro dello sport propostagli dal regime, perché si sarebbe dovuto convertire all’Islam, fu accusato di finanziare i ribelli cristiani Dinka. Nel 2002 gli fu accordato l'espatrio e tornò in America come rifugiato per motivi religiosi.


Leggi anche: IL CASO/ Marocco, la terra dove sempre più musulmani diventano cristiani

 


CLICCA QUI O SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULLA MORTE DI MANUTE BOL


 


  PAG. SUCC. >