BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INCHIESTA/ Il rapporto segreto della Bp: perché tace sulla salute degli operai?

Pubblicazione:

Operai al lavoro pr fermare il petrolio  Operai al lavoro pr fermare il petrolio

Nel documento del dipartimento della Salute e degli ospedali della Louisiana sono citati solo casi di danni alla salute di intensità medio-bassa. Ritiene che possano essere state riportate anche delle conseguenze più gravi?

 

Non sono un medico o un epidemiologo, e quindi il mio giudizio conta solo fino a un certo punto – è la risposta di Marian Wang -. Ma ho parlato con diverse persone che hanno lavorato per ripulire la fuoriuscita di petrolio della Exxon Valdez nell’estate del 1989 (un caso analogo a quello della Deepwater Horizon, Ndr), e hanno dichiarato di aver subito delle conseguenze per la salute durate a lungo, come tosse e difficoltà respiratorie. E quindi non mi stupirebbe che questo si stia verificando anche nel golfo del Messico, in quanto alcuni medici hanno dichiarato che gli effetti potrebbero durare a lungo, e i lavoratori sono stati esposti a livelli, pur moderati, di agenti cancerogeni.

 

Ma sia la BP sia il governo federale continuano ad affermare che gli agenti chimici nell’area coinvolta sono a livelli di legge perché sono al di sotto delle soglie ritenute accettabili dall’Osha. C’è anche un’altra agenzia federale che ha stabilito dei limiti più restrittivi, e i dati di alcuni campioni dimostrano che queste soglie sono state superate. Gli esperti con cui ho parlato hanno confrontato i limiti all’esposizione chimica con quelli di velocità. Se il limite di velocità di una strada è 100 chilometri all’ora, la probabilità di incidenti mortali è molto più elevata che non con 50. Abbassare i limiti di velocità riduce la probabilità di incidenti in modo significativo, ma non li previene completamente.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >