BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BENEDETTO XVI/ Il Papa arriva a Cipro: “Dialogo con i fratelli musulmani”

Pubblicazione:venerdì 4 giugno 2010

papacipro_R375.jpg (Foto)

BENEDETTO XVI CIPRO ISLAM – “I musulmani sono nostri fratelli”. Lo ha detto Papa Benedetto XVI durante un incontro con i giornalisti in aereo durante il viaggio verso Cipro. Ha invitato i cristiani ad avere “una comune capacità di dialogo” con i musulmano che “sono nostri fratelli nonostante le diversità”. Il Papa ha parlato del prossimo sinodo Vaticano sul Medio Oriente (10-24 ottobre), auspicando che sia occasione per far crescere questo dialogo fra le religioni: “Una visione comune e nonostante tutti i problemi nel dialogo con loro. Tutti i tentativi per una convivenza sempre più fruttuosa e fraterna sono molto importanti”. Riferendosi al recente omicidio di monsignor Luigi Padovese, Benedetto ha sostenuto che esso non ha nulla a che fare con la Turchia o con i turchi: “Di sicuro non si tratta di un assassinio politico, religioso”.


CLICCA SU QUESTO LINK PER CONTINUARE A LEGGERE LE PAROLE DEL PAPA A CIPRO



CLICCA SU QUESTO LINK PER ANDARE ALLA PAGINA CON TUTTE LE NOTIZIE DI ESTERI



Una volta giunto a Cipro, durante la cerimonia di accoglienza a Pathos, il Papa si è invece soffermato sul difficile ruolo dei cristiani che vino in Medio Oriente. “Si trovano ad affrontare circostanze difficili ma hanno un insostituibile ruolo da sostenere nella pace e nella riconciliazione tra i suoi popoli”. A proposito del paese che lo ospita, ha aggiunto: “Cipro è perciò un luogo appropriato dal quale lanciare la riflessione della nostra Chiesa sul posto della secolare comunità cattolica del Medio Oriente, la nostra solidarietà con tutti i cristiani della regione e la nostra convinzione che essi hanno un insostituibile ruolo da sostenere nella pace e nella riconciliazione fra i suoi popoli”.



 

CLICCA SU QUESTO LINK PER CONTINUARE A LEGGERE LE PAROLE DEL PAPA A CIPRO









  PAG. SUCC. >