BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEDIO ORIENTE/ Tornielli (Il Giornale): ecco perchè solo i cristiani possono costruire la pace

Pubblicazione:mercoledì 9 giugno 2010

Benedetto XVI saluta la folla accorsa per la Santa Messa a Nicosia (Foto Ansa) Benedetto XVI saluta la folla accorsa per la Santa Messa a Nicosia (Foto Ansa)

I cristiani, che rischiano di chiudersi in un ghetto per la paura, si legge nell’Instrumentum laboris del Sinodo, devono essere consapevoli di appartenere al Medio Oriente e di esserne «una componente essenziale come cittadini», anzi, «i pionieri della rinascita della Nazione araba».

 

In queste regioni, i cristiani, sono chiamati a promuovere «la pedagogia della pace». Una via «realistica, anche se rischia di essere respinta dai più», ma che dovrebbe invece essere sempre più accolta, visto che «la violenza tanto dei forti quanto dei deboli ha condotto, nella regione del Medio Oriente, unicamente a fallimenti e a uno stallo generale».

 

Una situazione purtroppo «sfruttata dal terrorismo mondiale più radicale». I proclami antisemiti del presidente iraniano, l’antisemitismo ancora così radicato in molti Paesi dell’area, come pure le violenze, l’occupazione e il mancato rispetto delle risoluzioni internazionali, sono segni di un’escalation che preoccupa non poco la Santa Sede. Per questo il ruolo degli «artigiani della pace» cristiani in Medio Oriente è insostituibile e va sostenuto da tutti.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.