BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CONVERSIONI MAROCCO/ Il Daily Caller: Il Marocco non è più un modello di tolleranza religiosa

Pubblicazione:lunedì 12 luglio 2010

Cristiana_ArabaR375.jpg (Foto)

 

E aggiunge Bandow: «Se tu domandi alla maggior parte degli evangelici dove si collochi il Marocco nella classifica dei Paesi islamici per quanto riguarda la libertà religiosa, probabilmente lo metterebbero tra i peggiori. Il Marocco è stato denunciato da missionari, attivisti dei diritti umani, leader religiosi e membri del Congresso. Un deputato Usa ha comparato i marocchini perfino ai Nazisti. E’ un momento drammatico per il Marocco, che a lungo è stata inserita nella lista dei “buoni”».

 

Secondo l’esponente del Cato institute, «pochi anni fa i leader evangelici proclamavano che il Marocco era “aperto alla portata dei cristiani evangelici”. Perfino il deputato repubblicano Frank Wolf riconosceva che Rabat era “un modello di tolleranza e modernità nel mondo arabo”. Ma il Marocco ora è accusato di persecuzioni religiose». In realtà – prosegue Bandow - il Marocco ufficialmente protegge la libertà di convertirsi. Eppure ci sono state lamentele su pressioni sociali e discriminazioni ufficiali ai danni dei convertiti, che riflettono i limiti della tolleranza nella maggior parte delle terre islamiche.

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO SULLE CONVERSIONI IN MAROCCO


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >