BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIALOGO INTERRELIGIOSO/ La situazione nei principali paesi asiatici

dialogointerreligioso_R375.jpg (Foto)

Un momento di grande scambio interreligioso si è avuto dopo il recente terremoto nella provincia del Qinghai in cui i cattolici sono corsi in aiuto dei buddisti. L’opera di soccorso è stata molto apprezzata. Alcuni musulmani lo scorso novembre si sono poi recati in visita alla chiesa di Nostra Signora della Cina a Nanning nell’ambito di un programma di scambio. Il programma è stato ideato dai musulmani nell’intento di riconoscere le comuni radici tra islamici e cristiani.
 

La situazione è molto problematica in India, specie da quando nei primi anni 90 il partito Bharatiya ha preso il potere in cinque stato del paese. Il partito è sostenitore del fondamentalismo hindu e mira a fare dell’India un paese a una sola religione. Nei paesi governati dal partito le attività contro i cristiani sono in aumento così come l’introduzione di leggi discriminatorie nei loro confronti. Ad esempio è stata introdotta una legge che proibisce le conversioni. Anche l’attività degli islamici fondamentalisti è in aumento, come il recentissimo caso di un insegnante cristiano a cui è stata mozzata una mano con l’accusa di aver mancato di rispetto al Profeta. I responsabili delle chiese cristiane si stanno adoperando per far crescere possibilità di dialogo.