BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ANTICIPAZIONE/ Waters: vi racconto chi è Mary McAleese, presidente dell’Irlanda

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

Negli anni del boom economico, pressappoco dall’inizio della sua presidenza nel 1997 fino alla metà del suo secondo mandato nel 2007, ha messo in guardia verso le illusioni del materialismo. Scoppiata la bolla, ha attirato l’attenzione sulla possibilità che la prosperità non fosse la risposta a tutti i nostri problemi: forse, ha suggerito, dovremmo renderci conto che la ricerca di una gratificazione immediata ha avuto un costo molto pesante, di cui non siamo ancora completamente consapevoli. Stiamo forse per entrare in una prospettiva più equilibrata e più soddisfacente?

 

Mary McAleese ha così offerto una chiara alternativa alle dichiarazioni provenienti dal governo. centrate sull’economia e sull’attenzione ai mercati. Mentre il Taoiseach (primo ministro) e i suoi ministri si concentravano sui tentativi di risolvere le difficoltà economiche e di conservare la fiducia del mondo esterno nella “Azienda Irlanda”, il presidente si è rivolto a noi non come operatori economici, ma come cittadini di una nazione e pellegrini in un misterioso viaggio nel tempo e nello spazio.

 

In questo senso, con la sua personalità ha quasi tacitamente diffuso l’idea di cosa significa essere cristiani in un contesto politico, confermando l’insistenza di Don Giussani, e prima di lui di Papa Paolo VI, sulla politica come “la più alta forma di carità”.

© Riproduzione Riservata.