BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

EUTANASIA/ Raccontò di aver soffocato l’amante malato. La polizia: Si è inventato tutto

ray-goslingR375.jpg (Foto)

 

E gli agenti hanno impiegato centinaia di ore di lavoro, nell’arco di oltre sei mesi, e speso decine di migliaia di sterline, ma alla fine non è stata trovata alcuna prova a supporto dell’accusa relativa all’eutanasia. Gosling si è rifiutato di ripetere le sue affermazioni sull’eutanasia durante il documentario Inside Out messo in onda dalla Bbc lo scorso febbraio. Ritrattando tutto quanto affermato: «Lo ho detto d’impulso – ha precisato -, per i miei sentimenti per le persone che mi hanno parlato delle loro vicende personali. Mi è scappato di mano e mi dispiace se la polizia ritiene che le abbia fatto sprecare del tempo». Come scrive il quotidiano inglese Daily Mirror, il suo avvocato Digby Johnson ha dichiarato che Gosling, che ora rischia fino a sei mesi di prigione e che apparirà in tribunale il mese prossimo, è stato «causa della sua stessa sventura» e che è contento che «nessuno sia stato ucciso» e che non si sia verificato nessun caso di eutanasia.

© Riproduzione Riservata.