BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PROPOSTA/ Frattini: una risoluzione Onu per difendere la libertà religiosa

Franco Frattini (Foto Imagoeconomica) Franco Frattini (Foto Imagoeconomica)

La Turchia attende ancora di entrare nell’Ue e resta un attore fondamentale della regione. Che ruolo può avere?

 

È noto che l’Italia è forse il maggiore sostenitore dell’avvicinamento e del suo ingresso nell’Unione e questo ci viene riconosciuto dai turchi. A loro abbiamo chiesto, nelle ultime settimane, di riconsiderare la posizione che hanno tenuto votando contro la risoluzione del Consiglio di sicurezza sulle sanzioni all’Iran e di continuare a tenere, come hanno sempre fatto, una stretta collaborazione con l’Occidente, con la Nato e l’Unione Europea.

 

Ha citato l’Iran, che resta davvero un paese chiave nello scacchiere del Medio Oriente. Che rapporti ha l’Italia con Teheran?

 

L’Italia è uno dei pochissimi paesi che, pur avendo assoluta lealtà al principio delle sanzioni e alle regole che vogliono un divieto assoluto dell’escalation nucleare militare iraniana, può dialogare, può parlare con l’Iran, tanto che il 20 luglio a Kabul ho potuto incontrare il ministro degli Esteri iraniano Mottaki insieme alla signora Ashton, rappresentate Ue per la politica estera: questo è un segnale che l’Italia può essere un interlocutore valido. Noi siamo stati sempre sinceri con l’Iran, abbiamo sempre detto che non possiamo sentir parlare di distruzione di Israele, di bomba atomica, ma vogliamo dare comunque a Teheran un’importante possibilità di dialogo sia sul nucleare, sia sulla stabilizzazione dell’Afghanistan.

 

È ormai da diversi anni che lei partecipa al Meeting di Rimini. C’è qualcosa che la colpisce e che trova particolare in questo evento?

 

Considero il Meeting, come ho già avuto occasione di dire, un fiore all’occhiello dell’Italia nel mondo, perché è un messaggio che ogni anno sappiamo dare al resto del mondo. L’impressione che ho ogni volta che partecipo è quella di trovare persone che sanno ascoltare, a prescindere che condividano o meno quello che viene detto. Al Meeting c’è sempre la condivisione di un obiettivo: scambiarsi delle idee, riflettere insieme e dialogare. Questa è la ragione che mi ha spinto per tanti anni a tornare, come anche quest’estate.

© Riproduzione Riservata.