BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CRISI/ Barroso: L'Italia? meglio di altri paesi ma stia attenta al debito...

Pubblicazione:sabato 28 agosto 2010

José Manuel Durão Barroso (Imagoeconomica) José Manuel Durão Barroso (Imagoeconomica)

 

È una soluzione che stiamo considerando, ma dobbiamo pensarla in un modo che sia accettabile, perché ci sono delle forti - e note - resistenze da parte di alcuni Stati membri. Stiamo comunque considerando questa possibilità, ma in questo momento non posso anticiparle quella che sarà esattamente la nostra proposta. Personalmente credo che in un tempo come quello che stiamo vivendo oggi, dove ci sono fortissime difficoltà per i budget di tutti gli Stati membri, ci sia il bisogno di trovare modi nuovi e innovativi per finanziare gli investimenti in Europa. Le euro-obbligazioni potrebbero essere una delle possibilità, ma non posso parlare ora della nostra proposta concreta.

 

Un altro problema riguarda l’atteggiamento che la Ue vuole tenere verso quegli stati, come Spagna o Belgio, che sono sottoposti a forti movimenti indipendentisti. Continuerete a restare spettatori neutrali di queste dinamiche?

 

I membri dell’Ue sono gli Stati. Noi rispettiamo completamente la loro integrità. Sono loro che devono decidere in che modo organizzarsi internamente. Non sta a noi, all’Europa, di intervenire in tali questioni, perché rispettiamo il principio di sussidiarietà. In Europa ci sono stati organizzati secondo modelli diversi, da quelli, passatemi il termine, molto unitari, fino a quelli federali. Non tocca a noi, alle istituzioni europee, dire che un paese debba avere una certa organizzazione, o pronunciarci sull’integrità degli Stati membri. Rispettiamo pienamente quanto viene deciso al loro interno.

 

Il riconoscimento da parte della Ue dell’indipendenza auto-proclamata del Kosovo potrebbe rappresentare una spinta ai movimenti indipendentisti?

 

Clicca >> qui sotto per continuare l’articolo

 

 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >