BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CRISI/ Barroso: L'Italia? meglio di altri paesi ma stia attenta al debito...

Pubblicazione:

José Manuel Durão Barroso (Imagoeconomica)  José Manuel Durão Barroso (Imagoeconomica)

 

Abbiamo sempre detto che quello del Kosovo è un caso a sé stante. Comunque, sul Kosovo gli Stati membri hanno deciso da soli. La maggior parte dei Paesi europei ha riconosciuto il Kosovo, ma non tutti, e, proprio perché si tratta di riconoscere o non riconoscere l’indipendenza di un altro stato, esso è un diritto che appartiene agli Stati membri.

 

L’ultima questione riguarda l’allargamento. Il processo di ingresso della Turchia in Europa è fortemente rallentato rispetto a quello che i primi trattati di partenariato lasciavano pensare. Forse parlare di Turchia era prematuro? Non è meglio cominciare ad allargare l’Europa includendo i Balcani?

 

Quello che posso dire su questo tema è che non mi piace fare generalizzazioni. Il prossimo Stato membro della Ue quasi sicuramente sarà la Croazia. Il suo processo di integrazione è molto avanzato, i negoziati stanno progredendo molto bene. Ora, l’accesso di altri paesi (siano essi balcanici, la Turchia o l’Islanda) dipende da una parte dal rispetto da parte di questi stati dei criteri richiesti dall’Europa, e dall’altra dalla possibilità che noi abbiamo di integrarli. Quindi non posso proprio vincolarmi ad alcuna scadenza: non vedo come potrei sostenere che uno stato diverrà membro dell’Ue prima di un altro. Quello che credo è che noi dobbiamo tenere la porta aperta a coloro che rispettano i criteri europei, e che aspirano ad unirsi all’Unione. Poi, in futuro, decideremo chi di loro può concretamente unirsi a noi.

 

E tra i criteri imposti dall’Europa ci sono anche quelli culturali?

 

Sì, ci sono anche i criteri culturali. Ma non nel senso di escludere qualcuno solo perché ha una qualche differenza culturale dagli altri; bensì, criteri culturali come rispetto per culture differenti. L’Europa si basa sulla diversità: come ben sapete, il nostro motto è “uniti nella diversità”.

 

 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.