BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

USA/ Albacete: cosa è successo ai cristiani nella terra della libertà religiosa?

usa_flagR375.jpg(Foto)

Ora è la volta dei musulmani a essere avvertiti come pericolosi per l’identità cristiana dell’America, e molti sempre più giudicano l’Islam non essere una fede religiosa, quindi non meritevole delle garanzie sulla libertà religiosa garantite dalla Costituzione.

 

I piani per la costruzione di un centro islamico e di una moschea a Ground Zero hanno scatenato un dibattito nazionale in cui le dimensioni religiose e politiche sono unite in maniera inestricabile (polemica che si unisce all’opposizione al Presidente Obama, che viene da molti percepito come un musulmano, benché non si sia mai occupato della paura dell’Islam con la stessa forza del predecessore G. W. Bush, che invece insisteva ripetutamente sul bisogno di separare l’ideologia di Al Qaeda dalla fede islamica).

 

Cosa sta succedendo nella terra fondata esplicitamente per proteggere la libertà religiosa? La maggior parte degli americani si considera cristiana, però essi hanno delle visioni molto diverse, talvolta anche ostili, di cosa sia la fede cristiana. Non bisogna stupirsi se questa cristianità non è in grado fronteggiare la sfida sempre più crescente del secolarismo. Questo è un momento privilegiato per coloro che hanno fatto esperienza del patto intoccabile tra una cristianità autentica, la tradizione e la Chiesa.

 

(Questi fatti sono stati presi dall’articolo di copertina dell’ultimo numero del Time, 30 agosto 2010, dal titolo “Is America Islamophobic?”)

© Riproduzione Riservata.