BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

AUNG SAN SUU KYI/ La leader birmana sarà liberata il 7 novembre, per votare alle legislative

 Pare che Aung San Suu Kyi il 7 novembre, o il giorno prima, in occasione delle elezioni in Birmania, sarà liberata.

AungSanSuuKyiR375_120809.jpg (Foto)

Pare che Aung San Suu Kyi il 7 novembre, o il giorno prima, in occasione delle elezioni in Birmania, sarà liberata.

Non è il primo annuncio del genere ma, data la situazione sempre più incerta a traballante del regime, non è detto che questa volta alle parole non seguano i fatti. Stiamo parlando della Birmania, dove il 7 novembre, quando si svolgeranno le elezioni legislative, Aung San Suu Kyi sarà liberata. Solo, pare, per votare. Si tratta della leader e fondatrice della Lega nazionale per la democrazia, il partito che nel ’90 ottenne una vittoria schiacciante alle elezioni. E che, subito dopo, fu sciolto dal regime che incarcerò Suu kyi, dandole, poi, gli arresti domiciliari. Secondo un’altra ipotesi, potrebbe essere liberata non il giorno delle elezioni, ma il precedente, in modo da impedire qualunque contatto con i suoi sostenitori. Si starebbe pensando ad una sorta di voto anticipato.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINAURE A LEGGERE L’ARTICOLO